Il programma Mindfulness Based Stress Reduction può migliorare il decorso dell’Alzheimer (Mild Cognitive Impairment)

Rebecca Erwin Wells, MD, MPH, del Dipartimento di Medicina Integrativa della Harvard Medical School dice “Sappiamo che con l’avanzare dell’età c’è una forte correlazione tra lo stress percepito e la demenza di Alzheimer (Mild Cognitive Impairment) così abbiamo pensato di studiare se la Meditazione Mindfulness per la riduzione dello Stress può migliorare le risorse cognitive”.
Fonte: 10 Ottobre 2013 in Neuroscience Letters http://www.scienceworldreport.com/articles/10992/20131118/meditation-may-reduce-the-progression-of-alzheimers-disease.htm

I risultati suggeriscono che l’MBSR possa ridurre l’atrofia dell’ippocampo e migliorare la connettività funzionale nelle stesse aree intaccate dalla demenza di Alzheimer. [..] “Se l’MBSR può aiutare a ritardare i sintomi del declino cognitivo anche solo un pò, può contribuire a migliorare la qualità di vita per molti di questi pazienti” Rebecca Erwin Wells, MD, MPH

“Siamo particolarmente interessati al default mode network (DMN) – un sistema cognitivo coinvolto quando le persone ricordano eventi passati o prospettano il futuro, di cui per esempio l’ippocampo, la parte del cervello responsabile delle emozioni, dell’apprendimento e della memoria, anche conosciuto per la sua atrofia nella progressione del declino cognitivo nel Mild Cognitive Impairment e nella Demenza di Alzheimer” dice la dr Wells.
Studi precedenti hanno dimostrato che l’ippocampo è attivo durante la meditazione e i meditatori hanno una maggiore concentrazione di materia grigia ippocampale. Così la domanda centale è: “E’ possibile attraverso l’MBSR aiutare ad attenuare il declino di individui che hanno dei problemi di memoria?”

I risultati alla Risonanza Magnetica Funzionale mostrano come i gruppi che hanno effettuato il programma MBSR hanno migliorato significativamente la connettività funzionale nell’area del Default Mode Network. Inoltre, come ci aspettavammo, entrambi i gruppi (MBSR e no MBSR) avevano atrofia ippocampale, ma quelli che avevano praticato l’MBSR mostravano minore atrofia.
I soggetti sono stati sottoposti anche a test di memoria ma lo studio non ha visualizzato differenze tra i due gruppi sebbene la dr Wells ed i suoi colleghi avessero notato che “la maggior parte dei dati suggeriscono una tendenza al miglioramento nelle misure cognitive e del benessere”

Annunci

commenta..

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...